Progetto Continuità

Denominazione Progetto

"Progetto Continuità"

Premessa

Il progetto continuità,inserito tra i compiti principali della Funzione Strumentale Area 3, nasce per comunicare e diffondere l’integrazione, la socializzazione e l’orientamento dell’alunno, e prevede momenti di confronto e progettazione condivisi.

Già nel corso dello scorso anno si è lavorato in questo senso,pertanto il lavoro si continuerà, rafforzando i punti di forza e migliorando i punti deboli.

L’obiettivo del progetto continuità è quello di comunicare e realizzare un vero  “ponte” di esperienze condivise e continuità formativa che accompagni l’alunno nel passaggio ai diversi ordini di scuola.

Il passaggio da una scuola all’altra, scandito dalla conclusione di un ciclo scolastico, rappresenta per l’alunno e per i genitori un momento estremamente delicato, non privo di timori e interrogativi. L’alunno troverà nuove organizzazioni, nuovi ambienti, nuove relazioni, nuovi insegnati e nuovi compagni di classe: tutti elementi di incertezza che necessitano di supporto e attenzione.

Per questo, il progetto continuità, per ciò che concerne i docenti, vuole promuovere e favorire esperienze di interazione didattica che seguano principi e modalità di continuità e verticalizzazione. Per quanto riguarda gli alunni, invece, il progetto intende rispondere alla necessità di essere accompagnati e seguiti nel percorso scolastico, evitando, così, fratture tra i vari ordini di scuola.

Destinatari 

I destinatari del progetto sono:

  • Gli alunni della Scuola dell’infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto.
  • I docenti interessati :gli insegnanti delle classi ponte.

Per “continuità” intendiamo il diritto dell’alunno alla continuità della propria storia formativa, proposta nelle seguenti modalità:

  • Continuità curricolare: estensione e prosecuzione delle esperienze formative appartenenti al ciclo di scuola precedente, riguardanti aspetti concernenti sia ai saperi disciplinari o trasversali, sia ai campi esperienziali. Il tutto in un’ottica di “unitarietà del sapere”.
  • Continuità metodologica: applicazione e approfondimento di metodi di indagine specifici nei diversi settori disciplinari e nel significato delle esperienze metodologiche inerenti le varie situazioni formative in cui vengono coinvolti gli alunni come ad esempio: laboratori, lezioni frontali, lavoro su materiali, ecc.
  • Continuità valutativa: applicazione di criteri di valutazione graduali e uniformi, coerenti con i differenti ordini di scuola, per realizzare un vero “ponte” tra i profili in uscita e i prerequisiti di ingresso.

Obiettivi

  • Rendere reale la continuità, come descritta nel presente documento, nel passaggio dalla scuola dell’infanzia a quella primaria e alla scuola secondaria.
  • Creare un ambiente familiare, per ciò che riguarda l’aspetto logistico, didattico e relazionale. 
  • Promuovere il senso di appartenenza alle nuove realtà scolastiche.
  • Operare scelte didattiche ed educative in sintonia con quelle intraprese nel ciclo scolastico precedente.
  • Combattere con ogni strumento il fenomeno della dispersione scolastica.

Attività

Incontri tra gli insegnati dei diversi ordini di scuola, al fine di conoscere e confrontare i rispettivi obiettivi, contenuti, metodi, criteri di verifica, di valutazione e progetti specifici. Incontri tra genitori e dirigente e docenti scolastici per creare un legame e informare riguardo i diversi ordini di scuola. 

Organizzazione incontri dei docenti

Estremamente importanti sono i momenti comuni tra i docenti che nel nostro istituto avvengono secondo le seguenti modalità:

  • Il mese di Settembre è dedicato alla presentazione degli alunni e alla loro accoglienza nei vari ordini di scuola.
  • Entro il mese di ottobre si tengono gli incontri tra i docenti della scuola dell’infanzia e quelli della scuola primaria e tra questi e gli insegnanti della scuola secondaria per la stesura delle progettazioni annuali di continuità.A partire dal mese di novembre e, generalmente, entro la fine del mese di aprile si svolgono i progetti continuità tra le classi/ponte, secondo le modalità stabilite.
  • Nella seconda metà del mese di maggio si tengono gli incontri di verifica e valutazione dei vari progetti continuità attuati nel corso dell’anno scolastico.
  • Tra la fine di maggio ed i primi di giugno i docenti delle classi/ponte compilano le schede di presentazione degli alunni per il passaggio al grado successivo di istruzione.
  • Entro la seconda metà di giugno i docenti delle classi/ponte della scuola primaria incontrano i docenti della commissione formazione classi della scuola secondaria di 1° grado per la formazione delle classi.

Verifiche e valutazione

  • Le verifiche e la valutazione saranno motivo di studio e ricerca della commissione negli incontri seguenti alla prima conferma e organizzazione sempre tenendo conto di criteri di semplicità e funzionalità.
  • Alcune forme di verifica/valutazione potranno essere concordate in itinere, nascere da un bisogno, da articolazioni del percorso.
  • Quanto concordato in questo ambito di controllo del progetto sarà poi allegato allo stesso.
  • La documentazione sarà una forma di verifica e valutazione di primo livello sia individuale che di gruppo classe/sezione e di istituto.
  • Studio e ricerca di forme di autovalutazione da parte di alunni/e per l’apertura di una nuova forma di riflessione.

Istituto Comprensivo “G. Galilei”
Via Umberto, 8 - 95035 Maletto (CT)

Recapiti Telefonici
+39 095/7720005 (Scuola Primaria e Secondaria I Grado)
+39 095/7720614 (Scuola dell'Infanzia)

Recapiti Telematici
E-Mail : ctic81200g@istruzione.it
E-Mail (PEC): ctic81200g@Pec.Istruzione.it

Informazioni Fiscali e Amministrativi
Codice Fiscale: 93032380870
Codice Meccanografico: CTIC81200G